To one in Paradise di Edgar Allan Poe


Amore, tutto eri per me
quello per cui la mia anima languiva
Isola verde nel mare, amore
una fontana ed un altare
inghirlandati di fiori e frutti incantati
e tutti per me erano i fiori

Troppo splendido sogno per durare
stellata speranza, sorta
unicamente per essere offuscata !
Dal cuore del Futuro una voce a me grida
– avanti, avanti – ma sul Passato
cupo abisso, il mio spirito si libra e resta
muto – immobile – atterrito.

Per me
la luce della vita è spenta
– mai più – mai – mai –
solenne ripete il mare
alle sabbie della riva
– mai più rifiorirà l’albero che il fulmine ha schiantato
o si leverà in volo l’aquila colpita –

Estasi sono i miei giorni
e tutti i sogni della notte
sono là, dove brillano i tuoi occhi neri
splendono le tue vestigia
in sconosciute eteree danze
lungo rive eternali.

E. A. Poe

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in poesia, poeti classici. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...