Avevo i capelli biondi


Avevo i capelli biondi

Una vicenda dura, ma espressa con dolcezza e raffinato acume psicologico. Riporto solo un brano dei tanti che mi hanno colpito nella parte finale.

Grazie per non avermi fatto sentire appestata e sporca. Grazie per aver creduto nella giustizia.
La giustizia.
Cos’è?
Cos’è?
Cosa sarà adesso?
Cosa sarà?

Ci sono parole che il vento porta con sé.Le lascia andare per i cieli del mondo e le deposita ai piedi di chi ha sete di loro e della loro bellezza. Se le lasciassimo morire saremmo degli assassini.
Ci sono parole che suonano e che somigliano a note danzanti, anche se la danza ha il profumo evanescente di una musica tzigana. Quella che respira vagabondaggi d’anima e sogni di tela.
Ci sono parole che restano e non appartengono solo a chi le ha concepite, ma conoscono la strada per arrivare a chi sa farle proprie.”

Sono arrivato a conoscere i romanzi di Anna Maria Fabiano in modo casuale come spesso capita a chi ama anche scrivere, il consiglio di un amico, un forum di lettura, i social network in questo sono molto utili. “Avevo i capelli biondi” ha ricevuto un buon successo e parecchie recensioni, a questo punto è solo da leggere. Sono parole che restano.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in narrativa, romanzo. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...