Un’idea geniale sbagliata.


image_book Fritz Zorn

Torino, lʼallarme dei medici: “La terapia di Hamer non può guarire il cancro”
Altre due morti sospette nellʼinchiesta sulle cure con colloqui e medicine omeopatiche del dottore tedesco. Ma potrebbero essere decine in tutta Italia

Se non fosse tragico, l’episodio potrebbe far sorridere. Curare e guarire il cancro con la psicoterapia. Eppure molti decenni fa, quando il primo “maestro” propose l’associazione, l’idea appariva geniale. Si chiamava Wilhelm Reich. Non tutte le idee geniali funzionano, questa dovrebbe essere la conclusione.
Sul tema, nei decenni seguenti, oltre a una vera scuola nei paesi di lingua tedesca (e mi fa pensare che a questa si sia ispirato Ryke Geer Hamer condannato per numerosi casi ed espulso dall’ordine), ci fu un movimento scientifico che influenzo’ la psicologia, denominato psicosomatica, e anche qualche testo letterario. Anni fa lessi un bel libro, la drammatica confessione di un ragazzo svizzero ammalato di cancro, che ha ritenuto l’ambiente familiare causa della sua malattia organica. Il romanzo si intitola “Il cavaliere. la morte e il diavolo” autore Fritz Zorn, e riporto il bellissimo incipit.
“Sono giovane ricco e colto; e sono infelice, nevrotico e solo. Provengo da una delle migliori famiglie della riva destra del lago di Zurigo, chiamata anche la costa d’oro. Ho avuto una educazione borghese e mi sono portato bene per tutta la vita. La mia famiglia è alquanto bacata e anch’io porto probabilmente tare ereditarie e conseguenze di danni ambientali. Naturalmente ho anche il cancro, il che, per la verità, dopo quanto ho detto, mi pare una conseguenza abbastanza naturale.”
“Sebbene non sapessi ancora di avere un tumore, per intuizione avevo già fatto la diagnosi giusta, perché subito intesi il tumore come “lacrime non piante”… prosegue.
Un’epoca vicina eppure superata. Con la denuncia di oggi: “omicidio colposo”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Le mie recensioni, narrativa, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...